L’opposto della moda, Antonio Dicorato

Ła costruzione, per costruire un percorso, una cosa, un sogno bisogna cambiare, cambiare per se stessi per riuscire a arrivare al punto di partenza e cercare la propria strada
La storia di Antonio Dicorato Fotografo nell’ambito Moda parla di trasferimenti, libertà, arte e speranze legate a un sogno costruito sin da bambino
Sin dai primi anni la passione verso la fotografia lo cattura e con i mezzi a disposizione ogni vacanza ritrae momenti felici.
La moda fa parte del cambiamento, nel 2017 decide di trasferirsi a Milano ricercando il proprio stile e migliorandolo giorno per giorno cercando di non far prendere il sopravvento alla propria vita, ma al contrario aspettando che le cose arrivassero senza fretta.

Quanto pensi sia difficile il campo della moda ?

Io credo che se fai ciò che ti piace fare, studiando ed impegnandoti ma soprattutto investendo, alla fine ci sia sempre un win win.

Le tue foto cercano di imprimere un segno, tu cosa cerchi di trasmettere

Io amo la naturalezza, la spontaneità amo i colori caldi, il mare e la mia terra, provo a trasmettere queste vibes.

Quanto pensi che la tua personalità incida sulle tue foto

Io credo sia fondamentale e che sia molto presente, quello che vedo è quello che sono.

Ma cosa si cela dietro a ogni foto ?

Dietro ogni foto c’è uno studio ed un organizzazione molto lunghi, un team che pensa e crea insieme.
Fotografare per i migliori della moda cosa ti ha fatto capire e come ti ha fatto sentire all’inizio
Migliorare e cercare di migliorarmi è il mio goal ogni giorno, sono contento e spero che tutto possa andare ancora meglio.

La fotografia per te è un emozione continua ?

Si, mi fa soffrire a volte, ma mi fa stare anche molto bene, mi fa venire voglia di fare sempre nuove esperienze e di emozionarmi ogni volta.

Pensi che la moda abbia cambiato il tuo percorso ?

No, non lo credo, ho cercato di fondere il mio percorso alla moda.

Una tua giornata come si crea, da cosa parti

Faccio tanta ricerca, ogni giorno, cerco di conoscere artisti che lavorano nel mio campo, viaggio molto e in questo i social hanno influito molto facendomi conoscere tante nuove persone.