Tommaso Magni e i media nella nuova era

Prima passione e poi professione, le gesta di Tommaso Magni attuale social media manager dell’olimpia Milano nascono da una famiglia di sportivi, dal nonno al padre entrambi divenuti calciatori professionisti e trasmettendo la passione al piccolo Tommy sin dai primi anni di vita.
La passione è una storia di famiglia, il calcio anche, grazie a quest’ultimo il giovane dedica molto tempo al dilettantismo dove troverà un primo amore, ma poi con l’inizio dell’università e lo sviluppi degli studi le strade si intrecceranno con quelle della comunicazione, dove il nuovo inizio o continuazione saranno alle porte.

“Al termine degli studi universitari (mi sono Laureato in Comunicazione di Massa e Nuovi Media all’Università di Bergamo) ho iniziato a lavorare per il Calcio Monza dove per 6 anni mi sono occupato di Marketing e Comunicazione.

Tommaso Magni, Sergio Rodriguez
AX Armani Exchange Olimpia Milano – Carpegna Prosciutto VL Pesaro
LBA Frecciarossa Final Eight 2021 – Finale
Legabasket Serie A UnipolSAI 2020/2021
Milano, 14/02/2021
Foto MarcoBrondi / Ciamillo-Castoria

Tommaso,Cosa cerchi di far trapelare?

“Con il mio lavoro quotidiano cerco di trasmettere la mia stessa passione e amore per il mondo dello sport, cercando di avvicinare al basket anche persone che non l’hanno mai vissuto da vicino. La possibilità di gestire piattaforme social/digitali mi permette di avvicinare davvero una grande “fetta” di pubblico sportivo, equamente diviso (in base alle piattaforme utilizzate) per geolocalizzazione e fasce d’età”

Cosa significa ad oggi l’olimpia

“Ad oggi la Pallacanestro Olimpia Milano è attiva su 5 piattaforme: Instagram (@olimpiamilano1936), Facebook (@OlimpiaMilano1936), Twitter (@OlimpiaMI1936), LinkedIn (Olimpia Milano) e Spotify (Olimpia Milano 1936). A queste si aggiunge il nostro canale tematico su YouTube (Olimpia Milano TV) che vanta attualmente circa 17.000 iscritti.
Siamo riusciti nel tempo a “costruire” una Fanbase che nel modo del basket è la numero 1 in Italia e tra le prime 8 in Europa con più di 180.000 utenti.
Alle piattaforme di Social Networking si uniscono il sito web ufficiale olimpiamilano.com (nel 2021 ha fatto registrare 700.000 utenti, 1.600.000 e più di 3.000.000 di pagine visualizzate) e la nuova App. Mobile disponibile da Novembre 2021 per iOS e Android.
Al momento stiamo lavorando per completare un progetto di Digital Transformation che ci porterà ad avere piattaforme e soluzioni nuove sempre più user-friendly”

Quale è il tuo rapporto con il basket oltre i social?

“Ho giocato a basket nei primi anni di scuola e da sempre sono appassionato di NBA, vero e proprio punto di riferimento per tutta l’industria sportiva. Sono cresciuto con i Bulls raccontati in “The Last Dance” e con il tempo ho imparato ad apprezzare anche l’aspetto legato al fan engagement e fan entertainment che fanno dello sport americano una vera e propria attrazione per gli appassionati di sport. Seguo da sempre anche il basket italiano grazie proprio all’Olimpia Milano, squadra per la quale faccio il tifo da sempre (da buon milanese!)

Pensi che quest’ultimi ti abbiano dato la possibilità di esprimere la tua creatività?

“Ogni piattaforma ha delle caratteristiche tecniche ben precise e come Olimpia Milano puntiamo a differenziare i contenuti pubblicati per cercare di sfruttarle al meglio. In questo modo riusciamo anche ad accontentare una fan base molto diversificata per sesso ed età e invogliamo gli utenti a seguirci ed essere attivi su più piattaforme, così da essere sempre aggiornati su tutto ciò che accade all’interno del Club. Il tutto è possibile grazie ad un grande lavoro di squadra, senza il quale non sarebbe possibile far registrare certi numeri: la nostra “piccola media company”, come ci piace definirla, è formata oltre a me da un Media Director (responsabile e coordinatore di tutte le comunicazioni), un Grafico/Fotografo (responsabile di tutti gli asset grafici) e un videomaker (che si occupa della parte video). Il segreto credo sia legato alla costanza di pubblicazione e soprattutto alla capacità di rinnovarsi e offrire asset e contenuti sempre nuovi e diversi. Le stesse piattaforme, del resto, sono in costante evoluzione ed è importante restare al passo coi tempi per sfruttarne tutte le potenzialità”